Cosa devo sapere prima di partire?

Quando andare

Gli itinerari si snodano nel comprensorio del Monte Cimone, la vetta più alta dell'Appennino settentrionale. La copertura nevosa, nelle zone alle quote più elevate, può protrarsi sino al mese di Maggio. Si consiglia pertanto di documentarsi presso gli uffici turistici circa la situazione dei sentieri e la copertura nevosa. 

accessibilità

Gli itinerari ideati sono considerati accessibili a persone disabili a bordo di ausili quali TriRide, handbike e tandem. 

Prima di partire è indispensabile documentarsi se l'itinerario di proprio interesse è considerato accessibile per l'ausilio di cui si dispone. 

dove andare

Le pagine degli itinerari sono complete di mappe digitali e tracce GPS: esse sono disponibili al download gratuito e adatte a dispositivi GPS (formato .gpx), smartphone e tablet (formati .gpx e .kmz) e Google Earth (formato .kmz). 

L'ambiente montano

Muoversi in Appennino è divertente e sicuro, a patto di non dimenticare che l'ambiente naturale che ci circonda è potenzialmente severo. 

Consultare le previsioni del tempo e documentarsi sullo stato dei sentieri presso gli uffici turistici è da considerarsi un obbligo prima di partire.

il proprio mezzo

Dotarsi di un mezzo di trasporto sicuro ed affidabile è condizione indispensabile per muoversi in ambiente montano; è altresì importante munirsi di alcuni attrezzi e ricambi per porre rimedio ai più frequenti contrattempi (forature, ecc).

Difficoltà tecnica

I percorsi suggeriti sono classificati sulla base della difficoltà tecniche da affrontare in salita e discesa.

Si consiglia vivamente di considerare con obiettività le proprie capacità tecniche e fisiche: non cimentarsi in percorsi al di sopra delle proprie possibilità.

muoversi accompagnati

L'ambiente circostante (con scarsa copertura della rete telefonica e spesso selvaggio) impone a tutti di percorrere gli itinerari proposti in presenza di un accompagnatore adeguatamente preparato: alcuni tratti tecnici potranno essere così affrontati con maggiore sicurezza: mai viaggiare soli in montagna.

il motore elettrico

Le pendenze e i grandi dislivelli che alcuni itinerari presentano rendono necessario l'utilizzo di ausili a pedalata assistita; prima di partire si consideri l'autonomia del mezzo di cui si dispone in relazione ai dati tecnici del percorso (forniti nella pagina di dettaglio di ciascun itinerario).

acqua e cibo

L'Appennino è ricco di acqua; fontane e sorgenti abbondano (sono segnalate nelle mappe fornite per ogni itinerario). Tuttavia si consiglia vivamente di partire con una piccola riserva idrica personale e qualche barretta energetica per non rischiare di finire le proprie energie. 

Lo staff della Fondazione per lo Sport Silvia Rinaldi declina ogni responsabilità dovuta a fatti occorsi durante l'attività sportiva non praticata con accompagnatori/guide a noi affiliati e/o durante eventi non riconducibili alla stessa Fondazione.

Amici e sostenitori